Caricamento in corso...
Capelli e cuoio capelluto: la strategia vincente è olistica

Capelli e cuoio capelluto: la strategia vincente è olistica

26 aprile, 2022

Condividi

L’invecchiamento è un processo naturale e inarrestabile (ahimè) che può essere però controllato, entro certi limiti, grazie alle nuove scienze di frontiera su cui si basa la medicina anti-aging.

Capelli e cuoio capelluto, esattamente come la nostra pelle, possono risentire moltissimo del processo di invecchiamento. Col passare degli anni diminuisce la densità dei follicoli piliferi attivi e cambiano le caratteristiche dello stelo del capello: più sottile, con diametro inferiore, con una fase di crescita più breve e quindi di lunghezza inferiore, oltre, chi prima chi dopo, all’incanutimento. Questo processo, negli anni, può portare alla temuta alopecia senescente, capace di cambiare il nostro aspetto e, con esso, l’idea che diamo di noi; diciamolo: quanto ci fa apparire più giovani una capigliatura sana e bella!


L’invecchiamento incide anche su capelli e cuoio capelluto

Per prendersi cura per tempo delle cause che portano all’invecchiamento accelerato del cuoio capelluto e del capello si comincia dal comprenderne le cause. Spesso si è portati ad affrontare la cura del proprio invecchiamento a comparti stagni: attività fisica per la cura del corpo, medicina estetica per la cura del viso. Oppure ad affrontare il problema in modo serio solo nei casi più gravi di alopecia androgenetica e climaterica, trascurando l’invecchiamento precoce.

In verità , le cause fisiologiche che portano all’invecchiamento del cuoio capelluto e del capello sono le stesse che portano all’invecchiamento di corpo e pelle. In primis lo stress ossidativo che, unito alle ridotte capacità antiossidanti tipiche dell’invecchiamento, accelera la senescenza delle cellule della matrice del capello che costituiscono lo stelo.

L’infiammazione e i radicali liberi, che recano danni a molte cellule di capello e cuoio capelluto quali cheratinociti, melanociti, sebociti e soprattutto alle cellule del follicolo che regolano la ricrescita del capello dopo la caduta. La carenza di micronutrienti indispensabili per la salute del capello, più frequenti di quanto si pensi. Il calo ormonale, infine, che rende più difficile mantenere la fase di crescita (quella che in origine dura dai 3 ai 7 anni per un centimetro al mese circa).

A questi fattori possono poi sommarsi altri fattori che portano ad infiammazione e vasocostrizione, ad esempio stress, fumo, inquinamento atmosferico, raggi UV, gli agenti ossidanti delle tinte.


La soluzione è un approccio olistico e multidisciplinare

Proprio per rispondere a questo SOS, il centro Cerva 16, a Milano, ha appena presentato l’innovativo ’Trichology Health & Beauty Lab’, un metodo che nasce dal lavoro in team di specialisti della salute del capello e di medicina antiaging e che si concretizza in protocolli mirati e personalizzati per il recupero e il mantenimento della bellezza dei capelli: nutrizione, integrazione, endocrinosenescenza, gestione dello stress, attività fisica, beauty routine quotidiana con l’utilizzo con prodotti topici ad hoc.


Il team di Cerva 16 che seguirà il progetto Trichology Health & Beauty Lab è composto da: Dottoressa Federica Almondo (nutrizione e integrazione) Dottor Andrea Fiorentini (gestione dello stress), Dottor Fabrizio Golonia (esperto in endocrinosenescenza), Dottoressa Gloriana Ronda (esperta tricologa).


Al nuovo protocollo si aggiunge una linea di prodotti di alta gamma da utilizzare in sinergia, durante i trattamenti in studio e poi a casa per il mantenimento.

mi piace
0 commenti

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
Copyright © 2022 - Privacy Policy - Cookies Policy | Tailor made by eWeb