Caricamento in corso...
Tre consigli per una vacanza rigenerante

Tre consigli per una vacanza rigenerante

25 giugno, 2022

Condividi

Siete uscite con quell’amica che non vedevate da secoli e siete rimaste a chiacchierare fino a tardi?

Ozio sano: hai mai pensato che è possibile starsene in panciolle, come si addice a una vacanza di assoluto relax, restando allo stesso tempo produttivi? Insomma: bighellonare attivamente. Ti sembra una contraddizione in termini? Non è così, se impari a fare funzionare cellule e neuroni con iniziative e esperienze di tutto rispetto, ma che non richiedono un dispendio di troppe energie. Come? Ecco i nostri consigli rigeneranti.


Armonizza il fare e il non fare.

Ben inteso, non intendiamo proporti l’inerzia totale, la pigrizia, l’apatia, l’appiattimento dei neuroni, pensiamo invece a attività che ti consentano di staccare la spina, di disintossicarti dalla frenesia del quotidiano spostando il fulcro su iniziative riposanti - dalla meditazione ad attività fisica come lo yoga incentrate sul sè, sull’ascolto dei tuoi bisogni. Anche i pensieri creativi, rientrano nell’ozio sano, naturalmente come a ogni altra occasione che sia fonte di appagamento. Insomma tutte quelle attività che servono da antidoto per combattere le frustrazioni che ci accompagnano nel nostro vivere.


Il luogo.

Certo, la natura favorisce l’ozio produttivo: il verde della vegetazione stimola, come nella simbologia dei colori, il rinnovamento, lo sviluppo, invita alla stabilità , alla speranza, alla fertilità , compreso quella mentale. L’azzurro dei contorni e degli orizzonti rappresentano l’intelletto, polarizzano l’attenzione verso l’interno, il blu più intenso è espressione di meditazione e riflessione. La visione quadrangolare dello spazio aperto fa notare e immagazzinare bellezza. Tuttavia il luogo è un ’accessorio’ relativo, una complementarietà : devi predisporti con il corpo e l’animo al raggiungimento di un ozio produttivo rigenerante, fonte di ben-essere e di una pacificazione fra uomo-natura-ambiente.


Ritorno a una comunicazione ’originale’.

Non intendiamo nulla di creativo, alternativo, extra-ordinario, elettronico, piuttosto a una comunicazione vera si essa verbale o gestuale, fatta di parole espresse e ascoltate, di sguardi, di percezioni, di sensazioni tra corpo e corpo, di affinità elettive e morali. Nulla è più rigenerante dell’empatia, non c’è nulla di più cerebrale che scoprire la connessione tra neuroni che generano elettricità , di relazioni umane che producono energia positiva. Siamo ’aut’? Forse, ma ci piace sempre di più esserlo.

Qual è il tuo rapporto con l’ozio "sano"? Hai mai provato una vacanza rigenerante "produttiva"? Parliamone nei commenti.


Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social e se non sei ancora iscritta alla community, fallo QUI. E gratuita e lo sarà per sempre!


mi piace
0 commenti

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
Copyright © 2022 - Privacy Policy - Cookies Policy | Tailor made by eWeb